17. Juli 2017 · Kommentare deaktiviert für Catania: Offener Brief gegen C-Star Operation · Kategorien: Italien, Mittelmeer · Tags:

Lettera Aperta

Al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Al Presidente della Regione Sicilia, Al Prefetto di Catania, Al Questore di Catania, Al Presidente dell’Autorità Portuale di Catania, Al Comandante della Capitaneria di Porto di Catania, Al Sindaco di Catania

Intorno a martedì 18 luglio 2017, come reso noto dagli organi di stampa, è previsto l’arrivo al porto di Catania della nave C-Star, lunga 40 metri, costruita nel 1975, battente bandiera dello stato africano di Gibuti. Tale imbarcazione è stata noleggiata dal gruppo dichiaratamente razzista e xenofobo “Generazione Identitaria” per respingere, attraverso azioni paramilitari, i migranti che tentano di attraversare il mar Mediterraneo, intralciando così i preziosi salvataggi delle ONG delle navi umanitarie, sempre più criminalizzate.

La sosta nel porto di Catania o di altri porti siciliani sarebbe funzionale all‘imbarco delle provviste necessarie alla “missione” e all‘imbarco di “volontari” arruolati nell‘operazione paramilitare.

Le seguenti associazioni firmatarie chiedono alle Autorità in indirizzo di impedire l‘utilizzo delle infrastrutture portuali alla nave C-Star attualmente nella disponibilità dell‘organizzazione “Generazione Identitaria” e di prendere posizione in tal senso verso le autorità competenti. Sarebbe infatti a nostro avviso assai grave che si concedesse l‘attracco e l‘utilizzo delle infrastrutture pubbliche a organizzazioni che hanno l‘intento di compiere azioni paramilitari nel mar Mediterraneo, intercettando imbarcazioni di migranti e arrogandosi il diritto di intervenire consegnando i naufraghi alla guardia costiera libica e violando di fatto l‘obbligo di legge che vuole l‘accompagnamento verso il porto più sicuro, che non è certo quello libico.

Temiamo inoltre che la presenza di una nave non coordinata con la Guardia costiera possa ostacolare le operazioni di salvataggio con grave pericolo per i naufraghi e per il personale operante in mare. Si tratta di un‘operazione razzista alimentata da una propaganda falsa e tendenziosa, che non possiamo avallare con alcun tipo di supporto logistico o silenzio istituzionale.

Le seguenti associazioni indicono da martedì 18 luglio una campagna di vigilanza antirazzista ed antifascista al Porto di Catania

  • Rete Antirazzista Catanese
  • Comitato NoMuos/NoSigonella
  • Catania Bene Comune
  • USB fed.Ct
  • Città Felice
  • La RagnaTela
  • Cobas Scuola-Ct
  • PRC- Ct
  • PCI fed. Ct

:::::

[EN]

Open Letter

To the Minister of Infrastructure and Transportation, to the President of the Region of Sicily, to the Prefect of Catania, to the Police Superintendent of Catania, to the President of the Port Authority of Catania, to the Commander of the Harbor of Catania, to the Mayor of Catania:

Around the 18th of July, 2017, as made known through the press, the boat C-Star (40 meters long, built in 1975, waving the flag of Djibouti) is predicted to arrive in the port of Catania. The racist and xenophobic group, “Generazione Identitaria” has rented the boat in order to block, through paramilitary actions, migrants that attempt to cross the Mediterranean, hampering the precious rescue operations of the NGOs, of the humanitarian boats, which are themselves increasingly criminalized.

The boat’s stay in the port of Catania, or in other Sicilian ports, would be in order to embark the necessary provisions for this “mission” and for the embarkation of “volunteers” enlisted for this paramilitary operation.

The following signatory associations ask the addressed authorities to block the use of the port’s infrastructures to C-Star currently being administered by the organization “Generazione Identitaria” and to take a stance towards the competent authorities. In our opinion, it would be a grave matter if the docking and use of public infrastructure were granted to organizations that have the intention of completing paramilitary actions in the Mediterranean Sea, including intercepting the embarkation of migrants and violating thus the legal obligation of bringing them to the nearest safe port, which certainly does not include the Libyan one.

We also hold that the presence of a ship that is not coordinated with the coast guard may create obstacles for the rescue operations, creating grave dangers for the shipwrecked and for the personnel operating in the sea.
This operation is a racist one, fed by false and tendentious propaganda, which we cannot endorse with any kind of logistical support or institutional silence.

The following associations declare an antiracist and antifascist campaign of supervision at the Port of Catania beginning Tuesday July 18, 2017:

  • Rete Antirazzista Catanese
  • Comitato NoMuos/NoSigonella
  • Catania Bene Comune
  • USB fed.Ct
  • Città Felice
  • La RagnaTela
  • Cobas Scuola-Ct
  • PRC- Ct
  • PCI fed. Ct
Ähnliche Beiträge

Kommentare geschlossen.